Comune di Lucera – Contributi per gravi patologie – Anno 2018

I cittadini che versano nelle condizioni sotto riportate potranno presentare domanda per ottenere un contributo per le spese da sostenere per gravi patologie non coperte dal Servizio Sanitario Nazionale. Lo rende noto il Comune di Lucera, che ha pubblicato apposito avviso sul portale istituzionale del Comune di Lucera

DESTINATARI E REQUISITI
Possono presentare richiesta per usufruire del contributo in oggetto i nuclei familiari che sono in possesso, al momento della domanda, nei termini del presente avviso, dei seguenti requisiti:

  1. i cittadini residenti nel Comune di Lucera italiani o stranieri, titolari di Permesso di Soggiorno CE di lungo periodo (ex carta di soggiorno) o di permesso di soggiorno in corso di validità (da almeno 2 anni);
  1. che si trovino in condizioni di grave disagio economico e di povertà con reddito familiare ISEE annuo inferiore o pari ad € 3.000,00, documentabile attraverso la presentazione della Certificazione ISEE in corso di validità, privilegiando famiglie con minori e/o con condizione di fragilità sociale (es. disagio mentale, problemi di salute, persona con handicap);
  1. che debbano affrontare spese urgenti, indifferibili e costose debitamente documentate (visite specialistiche, spese mediche, spese di viaggio, vitto e alloggio per raggiungere e pernottare nella località di cura), non coperte dal Servizio Sanitario Nazionale o da altri Enti pubblici o privati, per gravi patologie riguardanti un componente del nucleo familiare.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La  domanda di contributo deve essere indirizzata ai Servizi Sociali Comunali di Via IV Novembre n. 49 e presentata all’Ufficio protocollo del Comune di Lucera, sito in Corso Garibaldi o spedita tramite il servizio postale al predetto indirizzo.

La domanda deve essere accompagnata pena, la accettabilità, da idonea documentazione comprovante la necessità di effettuare le visite specialistiche e/o le cure per la patologia oggetto della richiesta, presso specifici ospedali, centri di cura o medici specialisti distanti dal luogo di residenza (esempio: certificato del medico curante, dello specialista o certifica della struttura sanitaria in cui sia evidenziata tale necessità, etc.).

Nel caso in cui l’interessato sia un minore, potrà usufruire del contributo per le spese di viaggio e di vitto e alloggio anche uno dei genitori o un accompagnatore autorizzato.

Per l’utenza seguita da altri servizi specialistici (SERT, CIM, etc), fermi restando i criteri stabiliti dal presente avviso, sarà necessario acquisire certificazione comprovante la presa in carico da parte degli stessi ivi compresa l’opportunità dell’erogazione del contributo.

Gli interessati potranno rivolgersi per tutte le informazioni utili per la redazione della domanda e per la documentazione da allegare all’Ufficio dei Servizi alla Persona del Comune di Lucera in Via IV Novembre n. 49, martedì e giovedì dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 18:00.

Sono fatte salve le domande per contributi per gravi patologie pervenute nel 2018 e per spese sopportate nel 2018, purché ricorrano tutte le condizioni innanzi indicate.

AMMONTARE E MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO
Contributo massimo erogabile annuo € 1.500,00.
Lo stesso può essere erogato:

  • a rimborso parziale o totale delle spese sostenute e debitamente documentate e quietanziate;
  • anticipato parzialmente nella misura massima del 60% dietro presentazione di valida documentazione comprovante l’urgenza della spesa che giustifichi la necessità dell’anticipazione;
  • erogato anche in più soluzioni a seguito di presentazione di relative domande e comunque fino a concorrenza dell’importo massimo annuo di € 1.500,00.

In caso di erogazione anticipata del contributo il beneficiario ha l’obbligo di esibire e consegnare all’Ufficio Politiche Sociali entro e non oltre 15gg dal rientro la documentazione comprovante le spese sostenute e restituire la somma non utilizzata. In caso di violazione del predetto obbligo saranno adottati tutti i rimedi giuridici per il recupero dei contributi erogati. In quest’ultimo caso il predetto beneficiario non potrà ottenere altri contributi simili o godere di altri benefici.

CONTROLLI
In attuazione degli adempimenti in materia di controlli e sanzioni previsti dal D.P.R. n. 445/2000 e dal D.Lgs n. 196/2003 (TU trattamento dati personali) saranno effettuati controlli a campione per la verifica delle autocertificazioni presentate e nei casi di dichiarazioni mendaci rilasciate al fine di ottenere indebitamente il beneficio del contributo il richiedente decadrà immediatamente dal beneficio concessogli, con obbligo di restituzione della somma percepita e incorrerà nelle sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi specifiche in materia.

Print Friendly, PDF & Email

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*