Custodia ed alimentazione randagi. Avviso di indagine esplorativa dal Comune di Lucera

Custodia ed alimentazione dei cani randagi. Il Comune di Lucera ha pubblicato un avviso di indagine esplorativa rivolto ai soggetti ai quali affidare i cani attualmente ricoverati in parte presso il «canile comunale ubicato presso l’area dell’ex mattatoio comunale dove sono presenti circa 260 cani di diversa taglia ed età, custoditi in recinti posti nelle vecchie strutture del mattatoio e in altri recinti posti sull’area scoperta dello stesso sito» e, a detta dei dirigenti comunali «non più in grado di assicurare un’adeguata custodia agli animali presenti» – e dunque da svuotare – ed in parte presso il  canile\rifugio di proprietà dell’associazione animalista Empatia di Lucera, ubicato in agro di San Marco in Lamis (FG) alla località Fazzuolo, dove sono attualmente presenti circa 220 cani custoditi in recinti e box

Cane_canileI soggetti in possesso dei requisiti di seguito indicati, interessati ad ottenere l’affidamento della custodia e alimentazione dei cani summenzionati, che hanno la possibilità di trasferire gli stessi dalle attuali strutture di ricovero in altre strutture regolarmente autorizzate ai sensi di legge di loro proprietà e\o delle quali hanno piena disponibilità, sono invitati a presentare la propria manifestazione di interesse compilata secondo il modulo allegato al presente avviso che dovrà pervenire in busta chiusa controfirmata sui lembi di chiusura entro le ore 12,00 del 26 novembre 2015 direttamente all’Ufficio protocollo del Comune di Lucera Corso Garibaldi 74, CAP 71036 . Sulla busta dovrà essere riportata la dicitura “Non aprire contiene manifestazione di interesse per custodia cani”.
I plichi recapitati oltre i termini sopra indicati, indipendentemente dalla forma di spedizione prescelta, non saranno presi in considerazione.
I plichi potranno essere consegnati anche a mano presso il predetto recapito, sempre nei termini sopra indicati.

REQUISITI, CONDIZIONI E PRESTAZIONI RICHIESTE

1. essere in possesso dei requisiti richiesti dagli articoli 38, 39 ,41 del d. lgs. 163/2000;

2. essere Ente o Associazione di protezione animali iscritta in Albo Regionale, o di essere ditta iscritta al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura o nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per l’attività di canile e/o rifugio;

3. assicurare il ricovero e la custodia dei cani in una o più strutture (compreso canile sanitario) di proprietà e\o delle quali si ha la piena disponibilità, comunque provviste di agibilità e autorizzate dalla competente autorità sanitaria, in esecuzione a quanto previsto dalla normativa nazionale e regionale;

Si precisa che il presente avviso è da intendersi come mero procedimento di indagine conoscitiva, pertanto all’esito dello stesso seguirà un’ unica procedura di gara tra tutti coloro in possesso dei requisiti richiesti che avranno manifestato il proprio interesse a partecipare all’affidamento come sopra indicato.

A tal proposito si precisa che saranno prioritariamente considerate nell’ordine :

– le manifestazioni di interesse presentate da soggetti in possesso di strutture (purchè regolarmente autorizzate ai sensi di legge) in grado di poter ospitare tutti i cani attualmente custoditi nelle due strutture descritte in premessa;
– le manifestazioni di interesse presentate da soggetti in possesso di strutture (purchè regolarmente autorizzate ai sensi di legge) in grado di poter ospitare i cani attualmente custoditi nel canile del Comune di Lucera;

Il Comune di Lucera non resta comunque in alcun modo vincolato dal presente avviso.

I dati raccolti saranno trattati ex D. Lgs. 196/2003 esclusivamente nell’ambito della presente indagine.

Il presente avviso sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Lucera, oltre che essere trasmesso per la pubblicazione on line ai comuni capoluogo di provincia della Puglia alle Amministrazioni Provinciali e alle CCIAA dei comuni capoluogo oltre che all’Assessorato alla Sanità della Regione Puglia.

Print Friendly, PDF & Email

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*