ISEE

Oggi le famiglie hanno a disposizione numerose opportunità per migliorare il loro bilancio familiare attraverso il riconoscimento del diritto a godere di prestazioni sociali agevolate.
L’accesso a queste prestazioni è legato al possesso di determinati requisiti soggettivi ed alla situazione economica della famiglia. L’ISE (Indice della Situazione Economica) e l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) sono gli strumenti adottati da molti enti pubblici e privati per valutare la situazione economica delle famiglie. Per ottenere l’assistenza necessaria alla compilazione della dichiarazione e delle domande da presentare agli Enti erogatori delle prestazioni è possibile rivolgersi ad un qualsiasi ufficio del CAF su tutto il territorio nazionale che gratuitamente potrà assistervi nella compilazione della dichiarazione utile ad ottenere l’ISEE.
1. Prestazioni sociali agevolate
Tra le prestazioni sociali agevolate collegate all’ISEE, ci sono:
• l’erogazione dell’assegno di maternità;
• l’assegno per il nucleo familiare asili nido e altri servizi per l’infanzia;
• prestazioni scolastiche (mensa, libri di testo, borse di studio ecc.);
• agevolazioni per le tasse universitarie;
• servizi socio sanitari domiciliari;
• altre prestazioni assistenziali;
• agevolazioni per servizi di pubblica utilità (sconti su bollette di luce, gas, telefono).
Per accedere a tali prestazioni non esiste un termine generalizzato né requisiti predefiniti.
Infatti, la scadenza per la presentazione delle domande così come i criteri per ottenere le
prestazioni sono regolamentati dai soggetti che le erogano (Enti o Comuni).
2. L’ISE, Indicatore della Situazione Economica, è un parametro che determina la
situazione economica del nucleo familiare. Questo parametro scaturisce dalla somma dei
redditi e del 20% del patrimonio mobiliare e immobiliare di tutto il nucleo familiare.
3. L’ISEE, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, scaturisce dal rapporto tra l’ISE e il numero dei componenti del nucleo familiare in base ad una scala di equivalenza stabilita dalla legge.
4. L’ISEE serve al cittadino per ottenere le prestazioni, tra le quali gli assegni per il nucleo
familiare e gli assegni per la maternità dai Comuni e da altri Enti o Istituzioni prestazioni sociali agevolate (borse di studio, mense scolastiche, tasse universitarie, ecc.) o alcuni servizi
di pubblica utilità (riduzione canone telefonico).

5. Dove presentare la dichiarazione

I cittadini interessati alle prestazioni sociali agevolate legate al reddito possono recarsi ai CAF per compilare la dichiarazione sostitutiva unica. Il Dlgs. 109/98 e successive modificazioni
e integrazioni, attribuisce infatti ai centri di assistenza fiscale (CAF) l’incarico di acquisire le dichiarazioni (DSU) utili per ottenere il calcolo dell’ISEE. Questo servizio, grazie ad apposite convenzioni con gli Enti Pubblici erogatori di queste prestazioni, è completamente gratuito.
6. Quando presentarla
La dichiarazione ha validità annuale dalla data di sottoscrizione per tutti i componenti
del nucleo familiare. Deve perciò essere compilata e presentata una sola volta
l’anno. È comunque possibile presentare una nuova dichiarazione quando, nel periodo
di validità della dichiarazione, intervengono fattori che mutano la composizione del
nucleo o la situazione economica o nel caso in cui l’ente erogatore, per concedere la
prestazione richieda un ISEE con valori aggiornati rispetto alla dichiarazione precedente,
anche se ancora valida. Per le prestazioni sociali agevolate non esiste un termine
generalizzato, infatti la scadenza dipende dalle delibere e dai regolamenti dei singoli
Comuni o degli enti che erogano tali prestazioni.
7. Documenti necessari
La situazione economica del nucleo familiare è determinata sommando al reddito dei
componenti della famiglia (da lavoro dipendente o di pensione, da lavoro autonomo, d’impresa,
professionale, ecc.), una percentuale del patrimonio immobiliare (terreni agricoli, aree
edificabili, e fabbricati) e mobiliare (BOT, CCT, depositi bancari e postali, ecc.). L’elenco
della documentazione necessaria è, di conseguenza, complesso, ed è pertanto opportuno
contattare gli uffici del CAF.

Print Friendly, PDF & Email

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*